Che cos'è il COLLA Fest?

Il COLLA Fest è un festival che si occupa di produzioni e autoproduzioni collettive.
Il metodo di lavoro collettivo è il focus di questa iniziativa, che vuole fare ricerca e indagine sui modi alternativi di produzione dell’arte, in particolare esponendo progetti editoriali di illustrazione e fumetto ma comunque aperta ai diversi linguaggi narrativi come la fotografia, la stampa, il design, la street art e l’arte pubblica.
Il COLLA Fest sostituisce l’off di BilBOlBul ma è un festival diverso nella prassi e nella direzione.

 

Il tema di questa prima edizione, nello specifico, è il “collettivo”, tema nato con l’intento di: 

• raccontare come operano le realtà che sono già dei collettivi
• indagare come si possano costruire progetti editoriali ed espositivi che ragionano a più mani e quale sia il valore aggiunto che può emergere da questo tipo di lavoro.

Linee-guida per inviare la tua proposta di mostra al COLLA Fest

Possono mandare una proposta espositiva al COLLA Fest tutti quei progetti realizzati collettivamente, ovvero:

  • un progetto editoriale realizzato da un collettivo mettendo in pratica un metodo di lavoro e coinvolgimento degli artisti orizzontale e condiviso;
  • un progetto scritto da un autore e illustrato da più artisti nell’ambito della piccola editoria e dell’autoproduzione;
  • un progetto di uno o più artisti che lavorano in modo partecipativo, coinvolgendo persone professioniste e non (vedi progetti con la cittadinanza o risultati di un percorso partecipativo o workshop), nella sua realizzazione;
  • una mostra di due o più autori che per l’occasione realizzano un progetto insieme, anche site specific.

Un esempio di progetto non in linea con la direzione del festival:

Mostra di un libro di autore unico, prodotta da un collettivo. 

Questa mostra non racconta un processo collettivo di produzione artistica. Potrai ovviamente realizzare la mostra nei giorni del festival ma non sarà inserita nel programma ufficiale.

No. Il COLLA Fest non vuole essere un contenitore senza una direzione. I criteri di selezione sono:

  • avere attinenza con la tematica del collettivo, nelle declinazioni espresse nelle linee guida;
  • essere valutata positivamente dalla direzione artistica del festival, composta da artisti, designer e progettisti del Collettivo Franco.

Delle proposte inviate ne verrà selezionato e inserito nel programma un numero tale da consentirne la fruizione senza accavallamenti.
Alle mostre selezionate si aggiungeranno le esposizioni e gli interventi a cura del Collettivo Franco, che andranno a comporre il programma del festival di quest’anno, dal 26 al 29 novembre 2020.

Il COLLA Fest è un festival diffuso ma avrà anche uno spazio di riferimento, sempre aperto durante i giorni del festival (dal 26 al 29 novembre 2020), dove saranno presenti un bookshop, le mostre a cura del Collettivo Franco (organizzatore del festival), l’infopoint e un punto merchandising.
Le altre mostre, sparse per la città di Bologna, saranno totalmente autoprodotte dai proponenti. 

Questo vuol dire che il proponente della mostra dovrà entrare in contatto autonomamente con uno spazio espositivo e assicurarsi della sua disponibilità per i giorni di apertura della mostra.

Colla Fest non affitta spazi e non può, per ovvie motivazioni organizzative, fare da tramite tra spazi e proposte. 
Ci riserviamo comunque la possibilità di scegliere, tra le proposte ricevute, eventuali mostre da consigliare a luoghi espositivi della città.

Assolutamente sì!

Ogni proponente sarà comunque libero di creare un evento Facebook e produrre una propria comunicazione, attenendosi alla proposta fatta all’organizzazione del festival e inserendo i loghi che gli verranno forniti, al momento della selezione, in tutte le forme di comunicazione che userà. 

Se selezionata, il COLLA Fest si impegna a inserire la tua proposta nel programma generale delle mostre, sia sul cartaceo sia dandone adeguata diffusione sui propri canali social (segnalando inoltre l’evento, se creato dal proponente) e sito web.

Per presentarci la tua proposta, scrivici una mail all’indirizzo: collafest@gmail.com! Ricordati di allegare qualche foto del tuo progetto, un breve abstract di presentazione e i tuoi contatti (link a sito web – blog personale e/o pagina Facebook e/o profilo Instagram), da utilizzare per darne adeguata comunicazione in caso di selezione. Tutto il materiale inviato non sarà usato in alcun modo se non ai fini della selezione e, nel caso dei progetti selezionati, della comunicazione del programma sui canali di COLLA Fest, Collettivo Franco e BilBolBul.

Il COLLA Fest avrà uno spazio di riferimento aperto durante i giorni centrali del festival, che coincideranno con il weekend di BilBolBul (26 / 29 novembre 2020). Lo spazio ospiterà le mostre direttamente curate dal Collettivo Franco, il bookshop, un infopoint e un punto merchandising. 

Tutte le mostre a cura di Collettivo Franco inaugureranno nella serata di giovedì 26 novembre.

Stiamo intanto lavorando a un calendario per le serate di lunedì 23, martedì 24 e mercoledì 25 novembre in modo da distribuire al meglio le inaugurazioni delle proposte selezionate e dare a ciascuna la cura e l’attenzione che merita! Che tu sia un* artista, un collettivo, uno spazio espositivo, assicurati di avere disponibilità per inaugurare in quelle date, possibilmente in orario serale (dalle 18.00). Per ogni chiarimento, puoi scriverci qui: collafest@gmail.com.

Certo che puoi!

Ma, se vuoi che la tua mostra entri a far parte del programma del COLLA Fest, dovrà rispettare la direzione di senso del festival, quindi esporre un progetto collettivo nella prassi e nel metodo, ovvero una proposta nata da un processo partecipativo che abbia coinvolto persone professioniste e non (vedi progetti con la cittadinanza o risultati di un percorso partecipativo o workshop) nella sua realizzazione. La direzione del festival si riserva la possibilità di selezionare le proposte.

Ovvio!
Ma se vuoi che la tua mostra entri a far parte del programma del COLLA Fest, dovrà rispettare la direzione di senso del festival, quindi esporre un progetto collettivo nella prassi e nel metodo: un progetto editoriale realizzato da un collettivo mettendo in pratica un metodo di lavoro e coinvolgimento degli artisti orizzontale e condiviso; un progetto scritto da un autore e illustrato da più artisti nell’ambito della piccola editoria e dell’autoproduzione; un progetto di uno o più artisti che lavorano in modo partecipativo, coinvolgendo persone professioniste e non (vedi progetti con la cittadinanza o risultati di un percorso partecipativo o workshop), nella sua realizzazione; una mostra di due o più autori che per l’occasione realizzano un progetto insieme, anche site specific. 

La direzione del festival si riserva la possibilità di selezionare le proposte.

Se sei un locale e vuoi realizzare una mostra nei tuoi spazi espositivi, ti invitiamo a metterti in contatto direttamente con il collettivo o gli artisti coinvolti nel progetto che vuoi esporre. Il COLLA Fest non potrà fare da tramite tra artisti e spazi espositivi, tranne per eventuali mostre che la direzione riterrà meritevoli e che non hanno ancora un luogo espositivo consono.

In ogni caso, se la tua proposta di mostra verrà inserita nel programma del festival, dovrà essere autoprodotta. Il COLLA Fest non può intervenire nella realizzazione di tutte le mostre proposte. I curatori e i gestori del festival sono un piccolo gruppo che lavora su base volontaria. Cercheremo di renderci disponibili per ogni eventuale supporto ma ti consigliamo di co-produrre la tua mostra con il collettivo o gli artisti coinvolti al fine di poter esporre al meglio il progetto scelto.

Il nostro impegno è quello di renderci disponibili per ogni eventuale supporto nella realizzazione ma le mostre dei proponenti dovranno essere totalmente autoprodotte.

Questo perché il COLLA Fest è costruito sulla base del lavoro volontario di un piccolo gruppo di persone che sarà molto impegnato nella gestione e nell’allestimento delle mostre curate dal Collettivo Franco e della parte centrale del festival.

Ti chiediamo, quindi, se la tua proposta verrà selezionata e inserita nel programma, di assicurarti una totale autonomia per quanto riguarda la realizzazione della mostra e il suo allestimento.

Certo che sì!

Il bookshop del COLLA Fest sarà gestito da Edizioni Minoritarie, piccola casa editrice indipendente bolognese, in collaborazione con l’associazione Just Indie Comics di Roma, che si occuperanno di curare il catalogo e di gestire il bookshop durante i giorni del festival. Puoi contattarli scrivendo una mail all’indirizzo: edizioniminoritarie@gmail.com, indicando in oggetto “Bookshop COLLA FEST”

Edizioni Minoritarie e la direzione del festival si riservano la possibilità di selezionare le proposte.

Sì, gli ingressi sono gratuiti ma in alcuni locali l’ingresso è riservato ai soci, quindi necessita il tesseramento, che potrà essere fatto sul posto.
Durante gli eventi organizzati dal festival sarà richiesto un libero contributo per sostenere il festival sotto forma di UP TO YOU.
Potrai trovare tutte le informazioni negli specifici eventi Facebook o sul sito e i canali social del COLLA Fest e del Collettivo Franco.

Sei un/a grande!

Il COLLA Fest è aperto a candidature per partecipare alla realizzazione del festival.
Le mansioni potrebbero essere le più varie ma cerchiamo persone volenterose, pazienti e appassionate, soprattutto per il giorni subito precedenti e durante il festival.
Puoi mandare la tua candidatura con una piccola presentazione a questa mail: collafest@gmail.com!

Il termine ultimo per inviarci la tua proposta è il 24 ottobre 2020.

Che tempi, quelli del COVID-19!

Importante! Ogni partecipante dovrà coordinarsi autonomamente con la sede espositiva scelta per rispettare i protocolli riguardanti il contenimento del COVID-19 e garantire una corretta e sicura fruizione della mostra.
Il Collettivo Franco e il COLLA Fest declinano ogni responsabilità sul mancato rispetto delle misure di sicurezza per le mostre selezionate.

Che cos'è il COLLA Fest?

Il COLLA Fest è un festival che si occupa di produzioni e autoproduzioni collettive.
Il metodo di lavoro collettivo è il focus di questa iniziativa, che vuole fare ricerca e indagine sui modi alternativi di produzione dell’arte, in particolare esponendo progetti editoriali di illustrazione e fumetto ma comunque aperta ai diversi linguaggi narrativi come la fotografia, la stampa, il design, la street art e l’arte pubblica.
Il COLLA Fest sostituisce l’off di BilBOlBul ma è un festival diverso nella prassi e nella direzione.

Il tema di questa prima edizione, nello specifico, è il “collettivo”, tema nato con l’intento di: 

• raccontare come operano le realtà che sono già dei collettivi
• indagare come si possano costruire progetti editoriali ed espositivi che ragionano a più mani e quale sia il valore aggiunto che può emergere da questo tipo di lavoro.

Linee-guida per inviare la tua proposta di mostra al COLLA Fest

Possono mandare una proposta espositiva al COLLA Fest tutti quei progetti realizzati collettivamente, ovvero:

  • un progetto editoriale realizzato da un collettivo mettendo in pratica un metodo di lavoro e coinvolgimento degli artisti orizzontale e condiviso;
  • un progetto scritto da un autore e illustrato da più artisti nell’ambito della piccola editoria e dell’autoproduzione;
  • un progetto di uno o più artisti che lavorano in modo partecipativo, coinvolgendo persone professioniste e non (vedi progetti con la cittadinanza o risultati di un percorso partecipativo o workshop), nella sua realizzazione;
  • una mostra di due o più autori che per l’occasione realizzano un progetto insieme, anche site specific.

Un esempio di progetto non in linea con la direzione del festival:

Mostra di un libro di autore unico, prodotta da un collettivo. 

Questa mostra non racconta un processo collettivo di produzione artistica. Potrai ovviamente realizzare la mostra nei giorni del festival ma non sarà inserita nel programma ufficiale.

F.A.Q.

No. Il COLLA Fest non vuole essere un contenitore senza una direzione. I criteri di selezione sono:

  • avere attinenza con la tematica del collettivo, nelle declinazioni espresse nelle linee guida;
  • essere valutata positivamente dalla direzione artistica del festival, composta da artisti, designer e progettisti del Collettivo Franco.

Delle proposte inviate ne verrà selezionato e inserito nel programma un numero tale da consentirne la fruizione senza accavallamenti.
Alle mostre selezionate si aggiungeranno le esposizioni e gli interventi a cura del Collettivo Franco, che andranno a comporre il programma del festival di quest’anno, dal 26 al 29 novembre 2020.

Il COLLA Fest è un festival diffuso ma avrà anche uno spazio di riferimento, sempre aperto durante i giorni del festival (dal 26 al 29 novembre 2020), dove saranno presenti un bookshop, le mostre a cura del Collettivo Franco (organizzatore del festival), l’infopoint e un punto merchandising.
Le altre mostre, sparse per la città di Bologna, saranno totalmente autoprodotte dai proponenti. 

Questo vuol dire che il proponente della mostra dovrà entrare in contatto autonomamente con uno spazio espositivo e assicurarsi della sua disponibilità per i giorni di apertura della mostra.

COLLA Fest non affitta spazi e non può, per ovvie motivazioni organizzative, fare da tramite tra spazi e proposte. 
Ci riserviamo comunque la possibilità di scegliere, tra le proposte ricevute, eventuali mostre da consigliare a luoghi espositivi della città.

Assolutamente sì!

Ogni proponente sarà comunque libero di creare un evento Facebook e produrre una propria comunicazione, attenendosi alla proposta fatta all’organizzazione del festival e inserendo i loghi che gli verranno forniti, al momento della selezione, in tutte le forme di comunicazione che userà. 

Se selezionata, il COLLA Fest si impegna a inserire la tua proposta nel programma generale delle mostre, sia sul cartaceo sia dandone adeguata diffusione sui propri canali social (segnalando inoltre l’evento, se creato dal proponente) e sito web.

Per presentarci la tua proposta, scrivici una mail all’indirizzo: collafest@gmail.com! Ricordati di allegare qualche foto del tuo progetto, un breve abstract di presentazione e i tuoi contatti (link a sito web – blog personale e/o pagina Facebook e/o profilo Instagram), da utilizzare per darne adeguata comunicazione in caso di selezione. Tutto il materiale inviato non sarà usato in alcun modo se non ai fini della selezione e, nel caso dei progetti selezionati, della comunicazione del programma sui canali di COLLA Fest, Collettivo Franco e BilBolBul.

Il COLLA Fest avrà uno spazio di riferimento aperto durante i giorni centrali del festival, che coincideranno con il weekend di BilBolBul (26 / 29 novembre 2020). Lo spazio ospiterà le mostre direttamente curate dal Collettivo Franco, il bookshop, un infopoint e un punto merchandising. 

Tutte le mostre a cura di Collettivo Franco inaugureranno nella serata di giovedì 26 novembre.

Stiamo intanto lavorando a un calendario per le serate di lunedì 23, martedì 24 e mercoledì 25 novembre in modo da distribuire al meglio le inaugurazioni delle proposte selezionate e dare a ciascuna la cura e l’attenzione che merita! Che tu sia un* artista, un collettivo, uno spazio espositivo, assicurati di avere disponibilità per inaugurare in quelle date, possibilmente in orario serale (dalle 18.00). Per ogni chiarimento, puoi scriverci qui: collafest@gmail.com.

Certo che puoi!

Ma, se vuoi che la tua mostra entri a far parte del programma del COLLA Fest, dovrà rispettare la direzione di senso del festival, quindi esporre un progetto collettivo nella prassi e nel metodo, ovvero una proposta nata da un processo partecipativo che abbia coinvolto persone professioniste e non (vedi progetti con la cittadinanza o risultati di un percorso partecipativo o workshop) nella sua realizzazione. La direzione del festival si riserva la possibilità di selezionare le proposte.

Ovvio!
Ma se vuoi che la tua mostra entri a far parte del programma del COLLA Fest, dovrà rispettare la direzione di senso del festival, quindi esporre un progetto collettivo nella prassi e nel metodo: un progetto editoriale realizzato da un collettivo mettendo in pratica un metodo di lavoro e coinvolgimento degli artisti orizzontale e condiviso; un progetto scritto da un autore e illustrato da più artisti nell’ambito della piccola editoria e dell’autoproduzione; un progetto di uno o più artisti che lavorano in modo partecipativo, coinvolgendo persone professioniste e non (vedi progetti con la cittadinanza o risultati di un percorso partecipativo o workshop), nella sua realizzazione; una mostra di due o più autori che per l’occasione realizzano un progetto insieme, anche site specific. 

La direzione del festival si riserva la possibilità di selezionare le proposte.

Se sei un locale e vuoi realizzare una mostra nei tuoi spazi espositivi, ti invitiamo a metterti in contatto direttamente con il collettivo o gli artisti coinvolti nel progetto che vuoi esporre. Il COLLA Fest non potrà fare da tramite tra artisti e spazi espositivi, tranne per eventuali mostre che la direzione riterrà meritevoli e che non hanno ancora un luogo espositivo consono.

In ogni caso, se la tua proposta di mostra verrà inserita nel programma del festival, dovrà essere autoprodotta. Il COLLA Fest non può intervenire nella realizzazione di tutte le mostre proposte. I curatori e i gestori del festival sono un piccolo gruppo che lavora su base volontaria. Cercheremo di renderci disponibili per ogni eventuale supporto ma ti consigliamo di co-produrre la tua mostra con il collettivo o gli artisti coinvolti al fine di poter esporre al meglio il progetto scelto.

Il nostro impegno è quello di renderci disponibili per ogni eventuale supporto nella realizzazione ma le mostre dei proponenti dovranno essere totalmente autoprodotte.

Questo perché il COLLA Fest è costruito sulla base del lavoro volontario di un piccolo gruppo di persone che sarà molto impegnato nella gestione e nell’allestimento delle mostre curate dal Collettivo Franco e della parte centrale del festival.

Ti chiediamo, quindi, se la tua proposta verrà selezionata e inserita nel programma, di assicurarti una totale autonomia per quanto riguarda la realizzazione della mostra e il suo allestimento.

Certo che sì!

Il bookshop del COLLA Fest sarà gestito da Edizioni Minoritarie, piccola casa editrice indipendente bolognese, in collaborazione con l’associazione Just Indie Comics di Roma, che si occuperanno di curare il catalogo e di gestire il bookshop durante i giorni del festival. Puoi contattarli scrivendo una mail all’indirizzo: edizioniminoritarie@gmail.com, indicando in oggetto “Bookshop COLLA FEST”

Edizioni Minoritarie e la direzione del festival si riservano la possibilità di selezionare le proposte.

Sì, gli ingressi sono gratuiti ma in alcuni locali l’ingresso è riservato ai soci, quindi necessita il tesseramento, che potrà essere fatto sul posto.
Durante gli eventi organizzati dal festival sarà richiesto un libero contributo per sostenere il festival sotto forma di UP TO YOU.
Potrai trovare tutte le informazioni negli specifici eventi Facebook o sul sito e i canali social del COLLA Fest e del Collettivo Franco.

Sei un/a grande!

Il COLLA Fest è aperto a candidature per partecipare alla realizzazione del festival.
Le mansioni potrebbero essere le più varie ma cerchiamo persone volenterose, pazienti e appassionate, soprattutto per il giorni subito precedenti e durante il festival.
Puoi mandare la tua candidatura con una piccola presentazione a questa mail: collafest@gmail.com!

Info utilissime

Che tempi, quelli del COVID-19!

Importante! Ogni partecipante dovrà coordinarsi autonomamente con la sede espositiva scelta per rispettare i protocolli riguardanti il contenimento del COVID-19 e garantire una corretta e sicura fruizione della mostra.
Il Collettivo Franco e il COLLA Fest declinano ogni responsabilità sul mancato rispetto delle misure di sicurezza per le mostre selezionate.

Il termine ultimo per inviarci la tua proposta è il 24 ottobre 2020.